martedì 17 marzo 2009

17 Marzo: San Patrizio

Per la stessa ragione del viaggio viaggiare
F. De Andrè

Sta arrivando la primavera, si sente nell'aria... si vede in questo sole e nei colori tornati sugli alberi. Ieri l'ho annusata passando davanti a un chiosco di fiori... mi sono girata e lei, la primavera, mi ha sorriso...

Lo so, lo so... quasi due mesi senza dare cenni di vita e il primo compleanno di questo blog passato senza neanche una miserrima candelina... e ora me ne esco parlando di primaveraeuccellinievioliniefiorellini???!!!
Lorsignori, avete ragione, ma siate buoni e comprensivi: Lapendolare ha intrapreso da un po' un viaggio bellissimo in territori che non conosceva e che sta scoprendo con l'espressione fissa di una bambina davanti al regalo di Natale... un viaggio dai sogni al futuro... la mente lucida, il cuore che canta e un sorriso di fiducia.
Un viaggio... IL viaggio, forse... e, di viaggio in viaggio, Lapendolare non poteva di certo far passare questa giornata senza una parola.
17 Marzo, -4 alla primavera, San Patrizio.
Patrono di quella che resta comunque e nonostante tutto la mia Irlanda, e protettore dei viaggiatori... Con tutto quello che significa vi lascio qualche verso attribuito al Santo, una benedizione per chi viaggia e si muove dentro di sè e fuori nel mondo.

Benedizione del viaggiatore

"May the road rise up to meet you.
May the wind be always at your back.
May the sun shine warm upon your face;
the rains fall soft upon your fields
and until we meet again,
may God hold you in the palm of His hand".

"Sia la strada al tuo fianco
il vento sempre alle tue spalle
che il sole splenda caldo sul tuo viso
e la pioggia cada dolce nei campi intorno e,
finchè ci incontreremo di nuovo
possa Dio proteggerti nel palmo della sua mano".

1 commento:

Andrea Cinelli ha detto...

Buon viaggio.