martedì 29 luglio 2008

Ti odierò, se posso; se no, t'amerò contro voglia

"Ciò che ero solito amare, non amo più; mento: lo amo, ma meno; ecco, ho mentito di nuovo: lo amo, ma con più vergogna, con più tristezza; finalmente ho detto la verità. E' proprio così: amo, ma ciò che amerei non amare, ciò che vorrei odiare; amo tuttavia, ma contro voglia, nella costrizione, nel pianto, nella sofferenza. In me faccio triste esperienza di quel verso di un famosissimo poeta: "Ti odierò, se posso; se no, t'amerò contro voglia."
(Francesco Petrarca)

No carissimi i tre lettori di questo blog, Lapendolare non è ancora andata in vacanza... Oggi, una lenta mattina di gran caldo mi è presa così... un ricordo che viene dai tempi del liceo: L'Ascesa a Monte Ventoso di Petrarca...
Lo leggo, rileggo, mi emoziono e mi faccio ancora le stesse domande: possono i sentimenti essere provati controvoglia? Può l'amore essere inutile, sprecato, privo di frutti diversi da gioia o dolore?

4 commenti:

demopazzia ha detto...

Everyday I love you less and less
It's clear to see that you've become obsessed
I've got to get this message to the press
That everyday I love you less and less
And everyday I love you less and less
I've got to get this feeling off my chest

Viola ha detto...

I Kaiser Chiefs... bene bene...

Ele ha detto...

Sono sicura che questo accada, mi è successo mille volte e rimane ancora un mistero ingestibile. Amore inesauribile nonostante la vogli adi rinascita...

Anonimo ha detto...

A Volte ti ritrovi ad amare chi non vorresti.
Provi amore per chi ti ha ferito.
Nonostante ti fa del male non puoi smettere di Amarlo.
Nonostante ti ferisce non riesci a muovere un passo lontano da lui.