mercoledì 23 aprile 2008

L'amore basta finchè c'è

"L'amore non basta": vi è mai capitato di dire questa cosa? a me almeno un milione di volte e mai che dicendolo mi rendessi conto che era una sciocchezza! Ebbene sì signori, la novità alla quale sono giunta è che : L'amore, finchè c'è, basta.
Se di amore si tratta non esistono calzini puzzolenti, jeans non stirati, partite di calcetto, ore di ritardo sotto casa, amici scontrosi, difettucci veri e/o presunti.
L'amore, quando c'è, copre la distanza fra due persone diverse e probabilmente incompatibili, riempie le parti vuote di un rapporto.
Ma l'amore è come una piantina fragile, e se non lo si cura abbastanza, prima o poi muore... e quando l'amore muore non basta più.
Si cominciano a vedere difetti, mancanze, subentra il dolore e comincia il triste valzer dei sensi di colpa, delle parole non dette, delle carezze non fatte. Si comincia a sentire puzza di chiuso e si è preda della voglia di lanciarsi giù da un tetto abbandonandosi a quel mattone che chiude lo stomaco. A volte ci sono varianti, e il desiderio di volare giù si trasforma nel desiderio di voler vedere un altra persona lanciata a peso morto nel vuoto.

Ora, se l'amore non basta più, credetemi, l'amore è già finito da un pezzo... e a quel punto tanto vale lasciar pedere matrimoniconvivenzefiglicasaepausediriflessione... meglio scommettere 10 euro sul proprio futuro e tprnare ad essere padroni dei propri difetti, certi che l'amore non basta ma aiuta!

3 commenti:

reda ha detto...

...e quando l'amore muore non basta più.

reda ha detto...

e quando l'amore muore non basta più...

demopazzia ha detto...

avrei dovuto capirlo, quando mi venne detto, che in realtà non si trattava di una questione filosofica, ma di un modo per dirmi che quell'amore era morto. ed invece io mi imbestialivo per una delle più grosse scemenze che avessi mai sentito: l'amore non basta